Categorie
Informatica

Googlemaps e il mondo vero

Stavo cercando una strada sull’ottimo Googlemaps e per errore ho allargato la mappa fino a vedere tutto il globo, come nell’immagine qui sotto:

A questo punto sono rimasto sbigottito per la mappa che Google usa nel suo pur eccellente servizio: questa mappa è basata sulla proiezione di Mercatore, quindi un sistema di almeno 100 anni fa!

Su Wikipedia viene utilizzata solitamente un’altra mappa, quella nell’immagine qui sotto:

Come si può notare la mappa utilizzata da Wikipedia è basata su un sistema differente, già più rispondente alla reale dimensione dei vari continenti.

Ma nemmeno questa è la mappa più precisa per quanto riguarda le dimensioni reali dei continenti, difatti nell’immagine qui sotto c’è la mappa che rappresenta i continenti con le giuste proporzioni:

La mappa qui sopra si basa sulla proiezione Peters per aree equivalenti e è l’unica in cui le proporzioni nelle dimensioni dei vari paesi vengono rispettate.

A questo punto sorgono molte domande spontanee. Innanzitutto perché tutte le mappe sono eurocentriche, ossia l’Europa si trova sempre al centro della carta? Poi, per quale motivo un’azienda con una tecnologia avanzata come Google utilizza una mappa per rappresentare il mondo arcaica e molto lontana dalla realtà? E poi perché tutte le mappe hanno il nord in alto e il sud in basso? Possibile che sia solo per consuetudine?

Molti ragazzi di tutto il mondo utilizzano internet per fare ricerche e ad oggi ancora non hanno la possibilità di studiare su una mappa che rappresenti con le giuste proporzioni il pianeta!

 

 

Condividi

Di Dario Pulcini

Studio, lavoro, creo, socializzo, amo.

2 risposte su “Googlemaps e il mondo vero”

Grazie per aver postato il tuo parere, ma vorrei fare delle precisazioni. Tutte le mappe del mondo che io conosca, compresa quella di Google nella sua interezza (ossia con il minimo ingrandimento possibile) sono con l’Europa al centro e il Nord in su, questo è un dato di fatto. Prova con Google USA e vedrai che l’Europa sempre al centro rimane. Per ciò che dici riguardo al confronto tra le varie mappe, ribadisco che l’unica che rispetta le dimensioni di paesi e continenti con le giuste proporzioni è quella di Peters. Le mappe di Mercatore (da quel che so da capitano di diporto) sono abbastanza precise nelle proporzioni solo per specifici quadranti e non per il planisfero intero, che ha una distorsione non indifferente e la griglia utilizza il sistema sessagesimale per meridiani e paralleli. Al contrario la mappa di Peters è sia equivalente che conforme, quindi rispetta le proporzioni e contemporaneamente gli angoli, oltre al fatto che utilizza per la griglia un sistema decimale, di più intuitivo uso. Quindi non ha alcun senso oggi utilizzare una mappa che dà una rappresentazione erronea del globo terraqueo nelle sue proporzioni, se non di natura politica (come lo sono d’altronde i confini dei singoli stati e dei continenti). Se insegnamo ai bambini come è fatto il mondo già in maniera distorta e per di più per ragioni di sola natura politica, sicuramente non progrediremo molto per la pace e l’armonia dell’umanità intera.

Leggo Blog solo per sbaglio (come in questo caso, catapultato qui da una ricerca in google) e non sono iscritto a nessuno di essi (e nemmeno so se bisogna iscriversi o meno, fatto sta che per scrivere qui mi è stato chiesto di registrarmi) ma quando ho letto il post qui sopra ho avuto un brivido tale che non ho potuto resistere.
E quindi eccomi qui a rispondere, perchè se per alcuni è incredibile che per convenzione le cartine abbiano generalmente il Nord in alto (c’è anche un motivo più o meno valido: l’emisfero Nord ha una percentuale di massa emersa maggiore rispetto a quello Sud e, detto da bestia, c’è quindi più da cartografare) per me è incredibile come alcuni scrivano scandalizzati di cose che non conoscono, senza nemmeno prendersi la briga di capire.

Dunque, fermo restanto che non giudico la scelta di google per quel che riguarda il suo planisfero, faccio presente al nostro amico blogger (che non ho mai sentito nominare e quindi non ho idea se sia un tizio famoso o meno. Spero comunque di essere in parte scusato poichè non sono italiano) che, cito, “una mappa che rappresenti nelle giuste proporzioni il pianeta” come quella di Peters è obbligatoriamente sbagliata per un sacco di altre inezie quali angoli o distanze.
Insomma, la mappa di Google non manterrà le proporzioni delle aree (cioè non è equivalente) ma immagino che sarà equidistante (mantiene le proporzioni delle distanze) o conforme (cioè mantiene gli angoli). Insomma, non è sbagliata in sè, ma sceglie di rappresentare correttamente qualcosa di diverso dalle aree.
Il fatto che su questo tipo di rappresentazione, così come sull’orientamento, si possa fare un discorso simil-politico e ideologico non credo autorizzi l’autore a spiattellare al suo pubblico solamente una infima parte del problema cercando di deviare il Rio delle Amazzoni al suo mulino…

E per la rappresentazione eurocentrica beh… non ho mai fatto la prova, ma son pronto a scommettere che negli USA lo stesso preciso servizio di Google offre una visione americocentrica e in Australia una centrata sull’Australia (forse anche con in Sud verso l’alto).

Le cartine sono uno strumento, e ognuno ha la possibilitá di utilizzarlo o modificarlo a suo piacere. Ma cerchiamo di dire le cose come stanno per cortesia.

P.S.
la proiezione di Mercatore data del 1569 se non mi sbaglio, ma è ancora attualissima (pur se modificata e migliorata) per alcuni aspetti in particolare legati alla navigazione.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.