Categorie
Cooperazione Economia Politica Società Umanesimo

Riunione/Incontro Rete G.A.S. Lazio 8 ottobre 2016

RIUNIONE-INCONTRO RETE GAS LAZIO 8 ottobre 2016 dalle ore 10 🙂

Questo il programma:

h. 9,45 Saluti e accoglienza
h. 10 Riunione aperta dei GAS del Lazio. Definizione dell’ordine del giorno
h. 10.20 Inizio Riunione GAS del Lazio
h. 13.30 Pranzo e presentazione produttori
h. 15 Formazione a ReteDES.it
h. 16 Continua la Riunione dei GAS del Lazio
Argomenti in discussione (in via di definizione)

Esperienze, progetti e difficoltà dei GAS di Roma e del Lazio e delle reti locali e distretti (nascenti)
Fattoria Il papavero acquisto e prefinanziamento fragole e pesche: situazione e sviluppi 30′
Acquisti collettivi:
Lucart (carta riciclata) 2016-17 20′
E’ Nostra (energia) 15′
Campagne: Incontro stopTTIP a cura del comitato stop TTIP ROMA 10′
Barikamà: risultati finanziamento diffuso e situazione 10′
Rete Carta dei principi 10′
Rapporti con RES Lazio e Tavolo RES 25′
Rinnovo adesioni e Coordinamento 10′
Comunicazione, siti e mailing 10′
Siete tutti e tutte inviate a proporre argomenti o progetti e incontri con i produttori (scrivendo nelle liste).
In un’atmosfera semplice e costruttiva proponiamo una giornata di scambio di esperienze e decisioni, poi un pranzo conviviale (in collaborazione con la caffetteria Tatawelo) e un pomeriggio di formazione e progettazione. All’inizio dell’incontro verrà definito l’ordine con cui verranno affrontati gli argomenti.
Sono invitati anche i produttori interessati a partecipare.
Per annunciare la presenza di un produttore scrivere a gabriella.damico2008@gmail.com
Vi chiediamo di annunciare la vostra presenza a pranzo così da poter organizzare al meglio la cucina.
Come raggiungere l’Ex-Lavanderia:
http://www.exlavanderia.it/index.php?option=com_content&view=category&layout=blog&id=36&Itemid=54

Passaparola
Per favore condividi questa notizia al tuo GAS e ai vostri produttori.

Condividi
Categorie
Economia Filosofia Iniziative Politica Società Umanesimo

23/11/2013 Incontro su Decrescita e Economia Solidale

Sabato 23 novembre 2013, dalle ore 18, presso la Galleria d’Architettura “Come Se”, in Via Dei Bruzi 6, nel quartiere San Lorenzo di Roma, si terrà l’incontro “Decrescita e Economia Solidale – La crisi come opportunità di scelta”.
Interverranno Maurizio Pallante, fondatore del Movimento della Decrescita Felice, la portavoce del Movimento 5 Stelle al Parlamento Federica Daga, il portavoce del Movimento 5 Stelle all’assemblea capitolina Enrico Stefàno, gli architetti Coppari, Marrocchi e Troisi dello Studio +39.6 Architetti Associati, vari aderenti del G.a.s. Gasper.
Dalle 21 ci sarà l’aperitivo/cena a base di prodotti naturali e locali al costo di 7 euro. Si prega di comunicare nella prenotazione se si rimarrà o meno a cena, di modo da non preparare più cibo di quanto sia necessario.
La partecipazione all’iniziativa è gratuita, la prenotazione è obbligatoria, mandando un’e-mail a:gas@gasroma.org

Qui l’evento su Facebook: https://www.facebook.com/events/466892130094553/

locaMedium

Condividi
Categorie
Agricoltura Ambiente News Società Umanesimo

Convegno nazionale G.A.S. e D.E.S. 2010 Osnago (LC)

Come di consueto ogni anno, si terrà il convegno nazionale dei Gruppi d’Acquisto Solidale, questa volta congiuntamente con i Distretti d’Economia Solidale. Gasisti di tutta Italia, uniamoci!

Maggiori informazioni sul sito dell’iniziativa: http://www.convegnogasdes2010.org/

Condividi
Categorie
Economia Filosofia Società Umanesimo

Tracollo e rinascita

Siamo destinati alla catastrofe, ad uno dei peggiori momenti dell’Italia dal dopo guerra. I miei concittadini paiono non accorgersi di nulla, perché ancora non è percepibile ai più: i media mainstream sono controllati dall’oligarchica economica e politica e nascondono la realtà tale come è, ma siamo un paese con milioni di disoccupati e cassaintegrati, un’evasione fiscale corrispondente al 16% del P.I.L., una dilagante e oramai imperante corruzione, ideale terreno per le mafie, ad ogni livello, con ogni mezzo, sia nel pubblico che nel privato. Molti italiani probabilmente pensano che  il famigerato “Pacchetto sicurezza”, in analisi in Parlamento in questi giorni, sia una chiusura delle frontiere, un’ulteriore stretta nel controllo dell’immigrazione: in realtà cela una precisa volontà volta ad aumentare il controllo da parte delle mafie del traffico di clandestini. Infatti l’altro campo di grande interesse per le attività criminali è l’abusivismo edilizio, incentivato dall’attuale governo, come da molti dei precedenti. Immaginate voi cosa succederà alle case costruite abusivamente, quindi senza nessun controllo antisismico, aumentate del 20% nella cubatura, in un paese che ha il 70% del territorio in zona sismica: una strage annunciata. Ha i giorni contati un paese in queste condizioni.

Condividi