Categorie
Agricoltura Ambiente Scritti e poesie

Non combattere

Non combattere il sistema, creane uno nuovo. Riappropriati della tua sovranità alimentare. Vivi immerso nella natura. Gioisci di ogni incontro, sii tu gioia ad ogni incontro. Scegli la dignità dell’altruismo alla vigliaccheria dell’egoismo. Rafforza la tua resilienza individuale. Sii tu a cambiare, non cercare di cambiare gli altri. Una vita ben vissuta ha bisogno di intuito e ispirazione.

Condividi
Categorie
Umanesimo

Non vi lamentate

Non vi lamentate della vostra vita, poiché ne siete responsabili. Chi prende in giro gli altri, prende in giro se stesso, chi prende in giro sé prende in giro gli altri. Chi fa del male agli altri lo fa a se stesso, chi fa del male a sé lo fa agli altri. Chi non è sincero con gli altri non è sincero con se stesso, chi non è sincero con sé dice bugie agli altri, nasconde, non palesa, la verità di ciò che sente e pensa. Tutto ciò che ci capita non è per caso, ma determinato in profondità da noi nella nostra vita: determinato dalle nostre scelte istante dopo istante e che inevitabilmente si ripercuotono nella vita tutta, che a sua volta reagisce ai nostri stimoli. È una danza, una musica collettiva, a cui dobbiamo partecipare, con i nostri strumenti, valorizzandola. E ciò è possibile solo lasciando emergere la nostra vera natura, chi siamo veramente, con sincerità. Questa è la realtà, difficile da credere, ma la realtà. Impegnarsi a comprendersi e, quindi, assumersi la responsabilità della propria vita, è l’unica strada verso l’assoluta felicità di esistere. Parlare è assumersi la responsabilità dei propri pensieri, agire è assumersi la responsabilità delle proprie parole. In una parola: sincerità.

Condividi
Categorie
Scritti e poesie

Il compito

Non esiste inizio e non esiste fine
Non c’è tempo da perdere o da ritrovare
Non c’è più gioia in un campo
di quanta non ce ne sia in un uomo.
Quando fiammeggia il tramonto
e l’orizzonte divide in due il mondo,
quando in silenzio
cresce una pianta,
specchiati nel cielo:
la gemma più preziosa
è nel tuo cuore,
in te è il compito
di farla brillare.

Dario Pulcini

Condividi
Categorie
Scritti e poesie

Per vivere al meglio

Il più bel giorno

è quello che ancora

non ho vissuto

La musica più bella

è quella che ancora

non ho suonato

Il più grande successo

è quello che ancora

non ho ottenuto

Il più grande desiderio

è quello che ancora

non ho immaginato

Il più grande sogno

è quello che ancora

non ho realizzato.

Dario Pulcini

Condividi
Categorie
Scritti e poesie

Il vero amore

Il vero amore è sempre presente, ma a volte invisibile: attende paziente che tua sia veramente pronto a coglierlo.

Condividi
Categorie
Poesia Scritti e poesie

Nostalgia di te

Mi manchi

come menomato

di un braccio, un occhio,

una gamba

Mi manca

non vedere con i tuoi occhi

non assaporare il tuo volto

non poter sciogliere il tuo dolore

Mi manca

non svegliarmi con te

non sentire il tuo cuore

non poter dormire al tuo fianco

Mi manchi

come a un ceco l’alba

come ad un sordo la musica

come ad un’aquila le ali

Mi manca con te

la melodia del vento nei campi

l’aroma del tuo cucinare

l’istante di gioia nel cuore

Mi manca

Il tuo umore cangiante

ogni secondo perduto

senza poterti abbracciare

Mi manca

ogni tua parola

ogni tuo dubbio

ogni tuo gesto

Solo non mi manca

il tuo struggente silenzio

che mi sembra infinito

e che non merito.

Dario Pulcini

Condividi
Categorie
Società Umanesimo

Per un buon 2015

Mi auguro che tutti nel 2015 sappiano essere più altruisti e sinceri con se stessi e gli altri. Che tutti abbandonino l’indifferenza dettata dalle proprie chiusure e paure, prendendo consapevolezza di essere in relazione con l’universo intero e che ogni relazione è importante. Che tutti abbiano il coraggio di perseguire fino in fondo i propri sogni senza calpestare quelli altrui. Che tutti sappiano trovare la propria unicità e si impegnino a far emergere il proprio valore. Che tutti imparino ad essere comunità, sappiano guardare alla vita insieme agli altri certi di poter costruire una società armoniosa e felice. Mi auguro veramente che tutti imparino a trasformare l’odio in amore, la rabbia in entusiasmo, l’insoddisfazione in voglia di lottare per divenire migliori. Mi auguro che tutti si assumano la responsabilità delle proprie azioni, che tutti imparino ad agire per il bene di tutti e non solo per il proprio. Mi auguro che nel 2015 il mondo sia un posto migliore dove vivere del 2014, con meno dolore, meno violenza, più giustizia, per chiunque lo abita. Mi auguro che tutti imparino a non dividere il mondo in buoni e cattivi, ma si impegnino a far emergere la bontà e la bellezza in se stessi e aiutino gli altri a fare altrettanto, perché tutti siamo dotati di infinita bontà e bellezza. Mi auguro che tutti diventino profondamente consapevoli che tra sé e gli altri, nel profondo, non c’è alcuna distinzione e che solo con un’umanità capace di abbracciarsi, di ascoltarsi, di capirsi, di amarsi, si può garantire una vita dignitosa e piena a chiunque. Come Martin Luther King “io credo che la verità disarmata e l’amore incondizionato conquisteranno alla fine il mondo. Questo è il motivo per cui il bene, momentaneamente sconfitto, è più forte del male trionfante.

Condividi
Categorie
Filosofia Scritti e poesie Umanesimo

Egoismo

Chi trae la propria forza dall’egoismo è eternamente infelice.

Condividi
Categorie
Agricoltura Ambiente Ecologia Musica Video

Another Slowly Day

Sono lieto di presentare il mio primo cortometraggio; riprese, montaggio, musica… È tutta farina del mio sacco. Spero vi piaccia e sono pronto ad accettare critiche per migliorarmi.

Buona visione!

 

 

Condividi
Categorie
Scritti e poesie Umanesimo

Così nacque l’Amore

“Non così lesta!”
Gridava forte nel vento
mentre lei nivea ninfa
fuggiva via senza voltarsi.
E allora con vigore si tese
cercando di prenderla
ma non riusciva
pareva inarrivabile
seppur così rasente
fino a quando lei
giunta alla battigia
si voltò all’improvviso
e si baciarono vivamente
e l’onda e la spuma
divennero unica essenza:
così nacque l’Amore.
 
Dario Pulcini

Condividi
Categorie
Culture Scritti e poesie

Sardigna

Tornato da poco dalla Sardegna, ho scritto questa poesia in sardo logudorese; spero di non aver errato nella grammatica, nelle proposizioni e nelle locuzioni. Tutti coloro che conoscono la lingua sarda siano così benevoli da aiutarmi a correggerne gli eventuali errori.

sardegna golfo di marinella foto dario pulcini

Tuas laras
Savòre de murta
Tuos ojus
Biaittu claru
Tua pedde
Flore de lizu
Tuos sinus
Bancus de rena
Tuas gambas
Suerzu demasciadu
Tou animu
Granitu in su bentu
In rispettosu silenziu
Sardigna t’amo
Le tue labbra
Sapore di mirto
I tuoi occhi
blu chiaro
La tua pelle
petalo di giglio
I tuoi seni
Dune di sabbia
Le tue gambe
Sughera demaschiata
Il tuo carattere
Granito nel vento
In rispettoso silenzio
Ti amo Sardegna
Condividi
Categorie
Scritti e poesie

Per

Per ogni donna ho una canzone
per ogni amico un abbraccio
per ogni sconosciuto attenzione
per i miei genitori gratitudine
per me trasformazione
per il mondo rivoluzione.

Condividi
Categorie
Scritti e poesie

E la natura inventò l’amore

E la natura inventò l’amore
per dare alla realtà le verità del sogno
per mostrare unito ciò che appare diviso
per dare un senso all’alba e al tramonto
per sposare ogni giorno il sole e la luna
per dare un po’ di follia a troppa ragione
per unire in un abbraccio gioia e dolore
per capire l’infinito attraverso il finito
per dare la vita a costo della morte.

Dario Pulcini

Condividi
Categorie
Scritti e poesie

L’amore vero

Il rischio che chiede l’amore per essere vero, per essere realmente un amore vissuto, tentato, è il sapersi abbandonare all’altro, pur nel rischio di creare dolore, perché la felicità che ne può derivare è immensamente più grande. Chi non ha il coraggio di abbandonarsi completamente e dare fiducia non potrà mai sapere né provare né sentire cos’è il vero amore, l’amore di illimitata gioia.

Condividi
Categorie
Scritti e poesie

Come i cani

Viviamo come bestie, aggredendo, rubando, molestando. Questa è l’amara verità di questo paese allo sbando, dove il massimo esponente politico, il presidente del consiglio, pluri-inquisito, è solo la punta dell’iceberg. Ancora debbo sentire del problema dell’immondizia a Napoli, degli arresti di decine di politici in tutta Italia negli ultimi giorni e negli ultimi anni per corruzione, concussione, associazione a delinquere, il pestaggio di un ragazzo a Roma senza alcun motivo: sono solo pochissimi esempi (dei tanti che abbiamo) della situazione vergognosa in cui verte il nostro paese.

Siamo come cani, peggio dei cani, ognuno a pensare stupidamente al proprio benessere, scisso da tutti, come se fosse solo un’esigenza personale vivere bene. Mi vergogno a vivere qui, devo essere sincero, mi vergogno per una sessualità o repressa o troppo ostentata, per un’economia completamente allo sbando, per una polizia che sa solo picchiare (i casi della Val Di Susa e del picchetto antisfratto di Roma sono esemplari) i cittadini piuttosto che difenderli, per una politica corrotta oltre ogni limite.

E la mia vita riflette tutto questo, ne è lo specchio fedele: lavoro pagando 3.000 euro di INPS per 8.000 euro di introito netto (sono informatico sistemista e sviluppatore web) nel 2010, cause ancora in corso pur essendo nel giusto, l’amore per ora mi è stato rovinato a causa di una religione bigotta cattolica che non sa far altro che dare consigli idioti per poter mantenere il potere sulle persone piuttosto che portarle sulla strada della vera felicità, gli amici per lo più spariti dietro alle loro vite.

Questa è la realtà attuale, ma non è il futuro. Il futuro si costruisce giorno per giorno e le soddisfazioni arrivano con il tempo. Io faccio tutto ciò che posso, la maggior parte della mia vita è dedita a creare situazioni, iniziative, condizioni e lavori di valore, non mi arrenderò mai, per quanto il paese dove vivo sia arrivato a livelli imbarazzanti di disonestà, ipocrisia e egoismo, ci sono ancora molte persone che lottano nella mia stessa direzione, voglio conoscerle tutte e con loro cambiare tutto ciò.

Questo è l’unico motivo per cui sono ancora qui: perché qui o da un’altra parte è uguale, il problema non è solo l’Italia, ma l’umanità, l’umanità perduta dietro all’illusione di poter conquistare la felicità con il denaro, con l’individualismo, pur se ciò è quanto di più lontano dalla realtà possa esistere, perché tutto è interrelato, tutto è in relazione.

Non sprecherò la mia vita, non la lascerò passare invano: sono vivo, sono vita, niente e nessuno potrà fermarmi, ora e sempre è il momento di cambiare se stessi per lottare verso un’umanità vera, felice, solidale, questo è il mio compito, questo sarò sino al mio ultimo respiro.

Condividi