Categorie
Scritti e poesie

Alcuni miei aforismi ad uso quotidiano

Tempo di lettura: 2 minuti

Sono un vero amante degli aforismi. Ho trovato in essi saggezza e praticità, sono come preziose gemme regalate dai grandi pensatori dell’umanità, per superare i piccoli problemi quotidiani e pensare con una mentalità più ampia. E allora ho deciso di scriverne alcuni di miei, sperando che siano utili, come per me, a ricordare costantemente ciò che di importante c’è nella vita.

“Riesco a vedere ciò che è bello della vita e ciò che è brutto, ma per la prima volta non giudico, agisco.”

“Se ti osservi allo specchio ciò che vedi non sei tu, ma solo luce che riflette sullo specchio. Tu, in realtà, sei una relazione con l’infinito universo.”

“L’amore è libertà, se si ama veramente si è liberi.”

“Vivi come puoi e lotta tutta la vita.”

“Rivoluzione non significa lotta armata: si intende l’azione, il pensiero, la parola, tese a dimostrare con lucidità che ciò che era giusto prima è sbagliato oggi e che ciò che era sbagliato prima è giusto oggi.”

“Chi non agisce nell’interesse di tutti non sta agendo nemmeno per l’interesse di se stesso.”

“Il politico dovrebbe essere colui che rende possibile, per via legislativa e su mandato popolare, la realizzazione dei desideri della maggior parte possibile di cittadini.”

“C’è una parola che manca alla società italiana di oggi: la felicità.”

“Se si cede al litigio, non vi è dialogo. Se non vi è dialogo non vi è pace sociale, viene a mancare la base fondante della democrazia: il rispetto delle diversità.”

“Ci si può sentire uniti e in armonia con tutto l’universo, ma in solitudine tra gli esseri umani.”

“Dobbiamo tutta la vita dedicarci ad apprendere ad amare gli altri, a costo di qualsiasi sacrificio, poiché amare ciò che ci circonda altro non è che il vero amore per se stessi, per la vita.”

“Per poter applicare la pena di morte, in quei remotissimi casi in cui il fatto commesso sia aberrante al massimo limite, ci vorrebbe un sistema giuridico di una tale perfezione, una perfezione “divina” di giudizio, al punto che in un tale sistema non sarebbero più commessi reati e quindi non sarebbe mai, seppur prevista, applicata in concreto nessuna sanzione.”

“Non c’è scienza, ma solo conoscenza.”

“Distinguere non significa comprendere.”

“L’apoteosi dell’offesa è l’indifferenza.”

“Se ci conoscessimo meglio useremmo un quinto delle automobili.”

Condividi

Di Dario Pulcini

Studio, lavoro, creo, socializzo, amo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.